3 curiosità sul lievito

3 cose da sapere sul lievito

Quali sono gli ingredienti classici per preparare il pane?
Acqua, farina e poi lui, l’elemento che rende soffice e morbido qualsiasi panino: il lievito.

Visto che è così presente soprattutto nelle tipologie di pane più comuni in Italia, non potevamo che dedicare uno spazio tutto per lui per raccontare 3 piccole curiosità su questo semplice e diffusissimo ingrediente.
 
1. Un ingrediente antico
Il nome lievito deriva dal latino levis che significa “lieve”, termine che potrebbe far riferimento all’azione che questo ingrediente ha sulla pasta del pane, poiché la rende soffice e leggera.
Ma il lievito non è utilizzato solo per preparare il pane, infatti, sin dai tempi più antichi, era utilizzato anche per la preparazione di vino e birra. Ma che cosa hanno in comune queste due bevande con il pane? Tutti e tre sono il risultato della fermentazione di un tipo di lievito.
 
2. Tutto inizia con un fungo
Di lieviti ne esistono di moltissime tipologie ma quello usato in cucina proviene quasi sempre da un fungo unicellulare specifico: il Saccharomyces cerevisiae. Al microscopio, si presenta di forma ovale o sferica e vive in colonie che, in ambienti adatti, possono proliferare molto velocemente.
La fermentazione di questo fungo avviene in ambienti privi di ossigeno (anaerobici) e consiste nella trasformazione degli zuccheri del cibo in altre molecole, producendo anidride carbonica. Quest’ultima, trattenuta dal glutine della farina, fa gonfiare l’impasto dando origine alla lievitazione.
 
3. Il lievito in cucina
Nel campo della panificazione, il lievito più utilizzato e conosciuto è il lievito di birra: lo si usa per preparare focacce, pane, pizza e anche dolci da forno. Anticamente era usato per far fermentare vino e birra, da cui il nome. In cottura lascia un aroma riconoscibile, un po’ come accade per il lievito madre.
Un’altra tipologia molto utilizzata è il lievito secco, che a differenza degli altri lieviti, non lascia nessun aroma. È il più semplice da trovare al supermercato e ne esistono due varianti: quello per dolci e quello per le preparazioni salate, attenzione a non confonderli!
 
Questo antico fungo, così tanto usato in cucina è indispensabile per preparare un pane soffice, perfetto per accompagnare tante ricette diverse in ogni momento della giornata.