Dolci idee con il pane raffermo

La cucina è il campo perfetto per poter mettersi alla prova con il riciclo creativo. Infatti, per salvare degli ingredienti che normalmente andrebbero buttati si possono trovare degli utilizzi alternativi.

Uno tra gli alimenti che tende ad avanzare di più è sicuramente il pane, che, diventando raffermo, richiede di essere riutilizzato in altri modi. Sono tante le sfiziose idee salate che ti permettono di riciclare il pane non più fresco, ma lo sapevi che è adatto anche per preparare dei dolci squisiti?

Torta di ricotta e pane raffermo

 
Ingredienti
(per 6 persone)

200 g di pane raffermo
400 g di latte
2 uova
180 g di zucchero a velo + altro per decorare
130 g di ricotta vaccina
80 g di cioccolato fondente
80 g di farina
20 g di fecola di patate
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
burro per lo stampo q.b.
farina per lo stampo q.b.
 
Il pane raffermo è un ottimo ingrediente per gli impasti delle torte. Un esempio? Provalo nella torta con ricotta e gocce di cioccolato. Preparala così: ammolla il pane con del latte tiepido per circa mezz’ora, strizzandolo poi e mettendolo in una terrina con uova, zucchero a velo, ricotta e vanillina. Dopo aver frullato il composto, unisci, setacciando, farina, fecola, lievito e un pizzico di sale. Aggiungi il cioccolato fondente tritato grossolanamente e frulla nuovamente. Cucina il tutto a 180°C per mezz’ora circa, con forno preriscaldato.
 

Budino di pane

 
Ingredienti
(per 6-8 persone)

500 g di pane raffermo
1 litro di latte
2 cucchiai di miele
2 uova
1 cucchiaio di brandy (facoltativo)
130 g di zucchero + altro per lo stampo
la scorza grattugiata di un limone e di un’arancia
 
È un dessert argentino tipico della tradizione popolare che mette insieme pane raffermo, latte, uova, zucchero, scorza d’arancia e limone ed eventuali spezie per aromatizzare. Per prepararlo, scalda in un pentolino del latte senza portarlo a bollore, insaporendolo per qualche minuto con le scorze degli agrumi e lo zucchero. In una ciotola più capiente, metti il pane tagliato a cubetti e versaci sopra il latte, mescolando di tanto in tanto e lasciandolo mezz’ora nella ciotola. Sbatti le uova a parte con un cucchiaio di brandy e del miele, aggiungi al composto e mescola. Metti qualche cucchiaio di zucchero in uno stampo da forno, metti sul fuoco per far sciogliere lo zucchero e muovi lo stampo così da coprire tutti i bordi. Aggiungi il composto di pane raffermo nello stampo e cucina a bagnomaria in forno per 40 minuti a 180°C. Sforna e aspetta che si raffreddi prima di servirlo su un piatto da portata.
 

Pinza

 
Ingredienti
(per 1 teglia da forno)

200 g di farina
300 g di farina di mais fioretto
500 ml di Latte
mezza bustina lievito in polvere per dolci
1 pizzico di sale
100 g di zucchero di canna (o semolato)
100 g di burro
100 g di uvetta
30 g di pinoli
30 g di semi di finocchio
6 fichi secchi
1 bicchierino di grappa
 
Ricetta tradizionale veneta, la pinza è un dolce rustico, saporito e gustoso, fatto usando ingredienti poveri e frutta secca per consumare il pane vecchio. Per essere preparato richiede che l’uvetta sia messa a bagno in acqua calda per 10 minuti. Nel frattempo, taglia i fichi secchi a pezzetti. Mescola parte in una terrina farina 0, lievito e zucchero. In una pentola, versa latte e burro con un pizzico di sale, porta a bollore e aggiungi la farina di mais mescolando fino alla formazione di una polentina. Cuoci per 20 minuti e spegni il fuoco. Quando sarà tiepida, aggiungi il composto di farina, lievito e zucchero precedentemente preparato, mescolando e aggiungendo un goccio di grappa, uvetta, pinoli, semi di finocchio e i pezzi di fichi. Disponi il tutto su una teglia rettangolare con carta forno, livellando il composto in altezza, lascia riposare 10 minuti e poi inforna con forno preriscaldato a 180°C per 60 minuti. Al termine, controlla che la pinza sia cotta con uno stuzzicadenti. Servi fredda, anche il giorno successivo, così da renderla più saporita.